.
Annunci online

Rassegna Stampa Politica Italiana su iPhone
post pubblicato in Diario, il 30 settembre 2010


RSPI è una feed reader di flussi RSS Italiani dedicati alla politica.

E' stata sviluppata per iPhone da Alessio Ricco.

Le sue fonti sono aggiornate quotidianamente e comprendono siti istituzionali, blogger, quotidiani online, istituti e fondazioni politiche e naturalmente siti di politici.

Alcune fonti non sono state aggiunte perchè prive di feed RSS.
RSPI non è una applicazione "di parte", quindi se c'e' qualche fonte mancante basterà segnalarla e verrà aggiunta all'archivio, analogamente se si desidera che il proprio feed non venga aggregato.

per le segnalazioni, basta scrivere all'autore (info at jooice.net) oppure lasciare un commento.

Attualmente è in fase di approvazione la versione 1.1 con l'interfaccia grafica migliorata e tante altre novità

per scaricare l'applicazione: Rassegna Stampa Politica Italiana

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica iphone rassegna stampa appstore

permalink | inviato da impiegato il 30/9/2010 alle 19:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Bergamo, la moglie non lo vuole più E lui pretende rapporti dalla suocera
post pubblicato in Diario, il 21 settembre 2010


Voleva a ogni costo avere rapporti sessuali con la suocera. Ed era arrivato al punto di minacciarla di morte se non avesse accettato. E lei alla fine si è rivolta ai carabinieri. E' iniziato tutto nella serata di venerdì. L'uomo, un ucraino di 38 anni, ha telefonato alla suocera, una connazionale di 45, e si è sfogato con lei: prima le ha raccontato che da mesi non faceva sesso con la moglie, quindi ha preteso che la donna lo risarcisse andando a letto con lui. E al suo rifiuto ha minacciato di ucciderla. 




permalink | inviato da impiegato il 21/9/2010 alle 10:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Svezia, centrodestra senza maggioranza E gli anti-immigrati superano il quorum
post pubblicato in Diario, il 20 settembre 2010


Svezia, centrodestra senza maggioranza E gli anti-immigrati superano il quorum
continua

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. svezia

permalink | inviato da impiegato il 20/9/2010 alle 10:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
espulse tifose olandesi
post pubblicato in Diario, il 16 giugno 2010


«Facevamo un sacco di baccano, e le telecamere ci inquadravano di continuo - ha raccontato una delle ragazze, Barbara Kastein -. Cantavamo e ci divertivamo». Ma poi è arrivato un funzionario della Fifa, spiegando alle ragazze che non potevano indossare quegli abiti, visto che richiamavano una marca di birra. «Durante il secondo tempo, circa 40 steward ci hanno circondato e ci hanno costrette ad abbandonare lo stadio. Ci spingevano lungo le scale, e una ragazza è caduta», ha affermato Kastein. Le 36 tifose sono state portate in un ufficio della Federazione dove sono state interrogate per ore dalla polizia. «Ci hanno detto che saremmo state arrestate e che saremmo finite in carcere per 6 mesi». Un portavoce della Bavaria ha stigmatizzato la posizione assunta dalla federcalcio mondiale: «La Fifa - ha detto - non ha il monopolio sull'arancione». Ma la federazione internazionale ribatte che l'azienda in questione ha già violato le norme relative alla pubblicità in precedenti occasioni. «E comunque non sono stati effettuati arresti» assicura la Fifa. 
(dal corriere della sera)



permalink | inviato da impiegato il 16/6/2010 alle 15:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Helmut Berger: «Ridotto a vivere con 200 euro al mese di pensione»
post pubblicato in Diario, il 8 giugno 2010


BERLINO - Ha guadagnato somme enormi, spendendo però sempre più di quanto aveva in tasca. Il risultato è che adesso Helmut Berger - l'attore austriaco, tra i più amati da Luchino Visconti - è ridotto in miseria, costretto a vivere ospite di amici perché non ce la fa ad andare avanti con i 200 euro di pensione al mese che percepisce dallo Stato italiano. Il quotidiano «Bild» ha incontrato il protagonista del «Ludwig» di Luchino Visconti a Ibiza, nella villa della sua amica contessa Sylvia Serra di Cassano, che attualmente lo ospita.



permalink | inviato da impiegato il 8/6/2010 alle 11:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
La Bruni: sesso con Sarkozy mentre un capo di Stato ci stava aspettando
post pubblicato in Diario, il 10 maggio 2010


La première dame lo avrebbe detto a Michelle Obama. Lo rivela in un libro un giornalista di Newsweek

MILANO - Un'indiscrezione irriverente. Secondo l'ultimo libro di Jonathan Alter, un giornalista di Newsweek, la first Lady francese Carla Bruni Sarkozy si sarebbe vantata con la sua controparte americana Michelle Obama che una volta lei e il marito hanno tenuto un capo di stato straniero ad aspettare mentre finivano di fare sesso.

L'INDISCREZIONE - «La Bruni voleva sapere se, come i Sarkozy, anche i coniugi Obama avessero fatto fare anticamera ai leader della Terra per questa ragione», scrive Alter in «The Promise: President Obama, Year One». «Michelle avrebbe fatto un risolino nervoso e risposto di no», scrive Alter. Le rivelazioni salaci sulla vita sessuale del presidente francese hanno fatto ipotizzare alla Abc News americana che il dignitario in questione fosse la Regina Elizabetta anche se la Bruni non ha mai fatto il suo nome nella conversazione. Durante una visita ufficiale in Gran Bretagna due anni fa, poco dopo il loro matrimonio, i coniugi Sarkozy passarono una notte ospiti al castello di Windsor. I Sarkozy sono famosi per essere in cronico ritardo. Nel 2008 tennero il Principe Carlo ad aspettare per il novantesimo anniversario dell'Armistizio del 1918. Il nuovo libro di Alter sul primo anno di Obama uscirà negli Usa la prossima settimana.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Sarkozy carla bruni

permalink | inviato da impiegato il 10/5/2010 alle 23:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
Dà fuoco alla donna che non lo ama Arrestato per tentato omicidio
post pubblicato in Diario, il 10 maggio 2010



Rifiutato da una ragazza che non ha accettato le sue avances, le dà fuoco 
La donna non è grave. Ha riportato ustioni di primo e secondo grado

"Se non sei mia non sarai di nessuno". Sono le parole urlate da un uomo ultracinquantenne alla ragazza di cui si era innamorato, non corrisposto, qualche attimo prima di cospargerla di benzina e darle fuoco. Ora l'uomo è stato arrestato dai carabinieri dovrà rispondere di tentato omicidio. L'episodio è avvenuto in Val di Lanzo, dove risiedono l'uomo e la ragazza. 

Dopo un mese di inutili tentativi fatti dall'uomo per convicere la giovane ad allacciare con lui una relazione, il 56enne dopo l'ennesimo rifiuto alle sue avances ha fatto irruzione nella casa della donna con un bidoncino pieno di benzina e quindi ha gettato il liquido addosso alla ragazza, all'amica che era con lei, sul pavimento della cucina appiccando poi il fuoco con un accendino.

Le ragazze hanno cercato di scappare, ma sono state trattenute e scaraventate a terra. Tuttavia sono ugualmente riuscite a liberarsi, a spegnere le fiamme che avevano avvolto le loro gambe e a dare l'allarme. Sul posto sono giunti i carabinieri che hanno arrestato l'uomo, mentre le due ragazze ricoverate in ospedale hanno riportato ustioni di primo e secondo grado.


EEF7HGDS3ZXY 
 




permalink | inviato da impiegato il 10/5/2010 alle 13:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
Samantha, fascino aborigeno che ha stregato la moda
post pubblicato in Diario, il 10 maggio 2010


La giovane Harris è stata la star dell'Australian Fashion Week e ha conquistato la copertina di Vogue

MILANO - Con i suoi occhi da cerbiatto, i capelli color cioccolato fuso e le labbra perennemente imbronciate e carnose al punto da farti venire il sospetto che siano opera di qualche mago del bisturi (e, invece, sono tutte naturali), Samantha Harris era consacrata alla bellezza fin da piccola. E poco importa se laggiù nel Queensland dove è nata 19 anni fa, mamma Myrna (figlia di quella «Stolen Generation», la generazione dei bambini di pelle chiara strappati alle loro famiglie di aborigeni) era costretta a vestirla con gli abiti smessi di qualche charity shop perché in casa soldi non ce n’erano: la ragazza aveva una classe innata («sei bella in qualunque modo, perché hai la bellezza dentro», le ripeteva l’orgogliosa madre). E così, mescolando sapientemente le radici aborigene della madre e la fierezza tedesca del padre a misure pressoché perfette (1,80 centimetri di curve nei punti giusti), Samantha è diventata una vera diva delle passerelle. Vedere, per credere, l’entusiasmo scatenato dalla sua apparizione all’Australian Fashion Week, dove ha sfilato per 18 stilisti di casa.

Ma non basta. La sua conturbante e così insolita bellezza esotica ha conquistato addirittura la bibbia della moda, visto che Vogue ha deciso di metterla in copertina sull’edizione australiana del mese di giugno. Copertina che è stata rivelata nel corso di una megafesta proprio durante l’Australian Fashion Week e alla quale la modella si è presentata fasciata in un abitino di Pucci giallo limone. Non è, però, la prima volta che il celebre magazine opta per una discendente del «popolo del sogno»: già nel 1993 ci fu, infatti, Elaine George, ma a detta di chi con la moda ci lavora, Samantha ha quell’appeal internazionale che, invece, mancava alla George. E a dimostrarlo ecco le apparizioni alla settimana della moda di Londra e le sfilate in Nuova Zelanda e Tahiti, prima di sbarcare a New York, dove fra l’altro la Harris intende trasferirsi stabilmente entro la fine dell’anno, per la definitiva consacrazione della sua carriera.

«Ho trascorso la mia infanzia a chiedermi perché bisognasse essere per forza bionde con gli occhi azzurri per avere successo nella moda – ha raccontato Samantha alla stampa australiana – e oggi posso dire di essere orgogliosa che anche una ragazza con le mie caratteristiche fisiche possa fare bene questo lavoro. Le mie radici aborigene sono molto importanti per me e per questo vorrei diventare un modello per le altre ragazze indigene». Scoperta per caso (come capita spesso) in uno shopping centre sulla Gold Coast del Queensland, nel 2004 (all’età di 14 anni) la Harris arrivò alle finali di un concorso per modelle organizzato dal magazine Girlfriend ed entrò a far parte dell’agenzia «Chic Models» che, però, stante la sua giovane età e il fatto che andava ancora a scuola, centellinò le sue apparizioni in passerella fino a quando Samantha non finì gli studi. Per la verità, non è la prima volta che la Harris finisce su Vogue, visto che già a marzo apparve in un servizio di moda per Miu Miu, ma la decisione di metterla in copertina rappresenta senza dubbio una sfida alle convenzioni, sebbene il direttore, Kirstie Clements, spieghi al quotidiano inglese Independentche la scelta non abbia nulla a che fare con la politica, ma sia basata «sul semplice fatto che Samantha è davvero bellissima». Giudizio che sembra essere condiviso anche dal fotografo francese Patrick Demarchelier, che lo scorso anno ha lavorato con la modella aborigena per la rivista Glamour, come pure da case di moda del calibro di Prada e Balenciaga, che la starebbero corteggiando per averla nelle loro compagne pubblicitarie.

Comunque, la Harris non è la prima bellezza a rompere i tradizionali schemi della moda. Prima di lei, come ricorda il prestigioso giornale inglese, c’è stata, infatti, Naomi Sims (la prima top model di colore, dopo di lei sono arrivate Beverly Johnson, Naomi Campbell ed Alek Wek), senza dimenticare Crystal Renn, che con le sue forme oversize ha fatto alzare più di un sopracciglio alle recenti sfilate inglesi, e, soprattutto, Kate Moss, il cui metro e settantadue di altezza (decisamente insolito per le passerelle) non le ha comunque impedito di diventare un’autentica icona di stile.




permalink | inviato da impiegato il 10/5/2010 alle 13:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Lost - il finale in contemporanea con gli USA
post pubblicato in Diario, il 30 aprile 2010


Lost – Il finale in contemporanea con gli Usa, alle 6 del mattino!
Prima della versione sottotitolata, a 24 ore dalla trasmissione Usa, i telespettatori di Fox potranno vedere la conclusione di Lost in contemporanea con i telespettatori di ABC…
Il tutto a seguito dell’annuncio di The Walt Disney Company Italia, che ha ufficializzato – grazie alla partnership con Fox Channels Italy e Telecom Italia – la messa in onda italiana in contemporanea con quella su ABC (nell’orario per la costa pacifica degli Usa, le 6 del mattino qui da noi) del doppio episodio che chiuderà la lunga ed indimenticabile avventura di Lost.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. lost

permalink | inviato da impiegato il 30/4/2010 alle 19:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
...era la 3a carica dello stato...
post pubblicato in Diario, il 8 febbraio 2007





permalink | inviato da il 8/2/2007 alle 17:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
Sfoglia giugno       
rubriche
links
tag cloud
cerca
calendario
adv